Home / Cocker / Cani abbandonati tra fango ed escrementi

Cani abbandonati tra fango ed escrementi

Una squadra della Polizia Municipale intercomunale insieme al Nucleo di Polizia Giudiziaria delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente e all’Ausl è intervenuta, sabato mattina in un terreno agricolo a Misano Cella adibito ad allevamento e custodia di cani. Per gli animali, 11 esemplari di razza Cocker e 1 Terranova, la situazione era critica. Nel sopralluogo, scattato dopo mesi di osservazioni e appostamenti, è emerso che non tutti i cani erano regolarmente registrati. Ma non solo: il luogo è risultato fatiscente e pericoloso tanto che uno dei cani è risultato gravemente malato. Ma anche gli altri non se la passavano meglio. Erano tenuti in un terreno delimitato da una recinzione con parti acuminate e arrugginite, avevano la pelliccia imbrattata di fango, feci e urine e alcuni mostravano evidenti patologie oculari a causa della mancanza di prestazioni sanitarie veterinarie specifiche.
Gli operatori hanno anche appurato che le cucce erano sporche e maleodoranti, non conformi alle normative, prive di rialzi e composte da materiali non lavabili o disinfettabili. I cani sono stati sequestrati e affidati ad una struttura idonea a Vallecchio di Montescudo mentre la 29enne di Misano, responsabile dell’allevamento, è stata denunciata per maltrattamento di animali.

Voglio ringraziare pubblicamente – scrive il sindaco di Misano Stefano Giannini –  il nostro corpo di Polizia Municipale intercomunale e il Nucleo di Polizia Giudiziaria delle Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente, per il pronto intervento che hanno compiuto nella struttura situata in zona Cella.
Affermare che non è questo il modo di trattare e tenere in custodia i cani è un eufemismo. Dopo l’intervento dell’Ausl, i cani sono stati affidati ad una struttura adeguata a Vallecchio di Montescudo“. (Fonte: Newsrimini)

Di Arianna Scinardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *