Home / News / Lutto nella lirica, è morta Daniela Dessì

Lutto nella lirica, è morta Daniela Dessì

A soli 59 anni, è morta al Poliambulanza di Brescia il soprano Daniela Dessì. Lo conferma all’Ansa il tenore Fabio Armiliato, compagno della cantante nella vita dal 2000. “Una malattia breve, terribile e incomprensibile me l’ha portata via in questi mesi – ha detto Armiliato – se ne è andata la più grande cantante lirica degli ultimi 20 anni”.

A luglio Daniela Dessì aveva comunicato su Facebook che problemi di salute la costringevano ad annullare tutte le esibizioni estive e aveva dato appuntamento ai suoi “amici” per “il giorno 8 ottobre per un grande concerto sacro alla Basilica di Loreto”.

Tante e prestigiose le collaborazioni internazionali dell’artista, nata a Genova ma da tempo residente sul lago di Garda. Innumerevoli le interpretazioni, tra cui quelle delle eroine verdiane e pucciniane, e le collaborazioni con i più grandi teatri, dalla Scala di Milano al Metropolitan di New York, alla Deutsche Oper di Berlino.

Dessì si era diplomata in canto e pianoforte al Conservatorio ‘Arrigo Boito’ di Parma, specializzandosi più tardi in canto da camera all’Accademia Chigiana di Siena. Il suo debutto avvenne nella città natale con ‘La serva padrona di Pergolesi’. Nel suo ricco repertorio c’erano almeno 70 titoli, da Monteverdi a Prokofiev passando dal repertorio barocco e mozartiano fino Verdi e Puccini.

Richiesta nei teatri e nei festival più importanti del mondo, Dessì ha collaborato con i più autorevoli direttori d’orchestra, tra cui Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Gianluigi Gelmetti, Carlo Maria Giulini, Carlos Kleiber, James Levine, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli e con registi del calibro di Roberto De Simone, Pier Luigi Pizzi, Luca Ronconi, Ettore Scola, Giorgio Strehler, e Franco Zeffirelli.

Fonte: Repubblica

Articolo di Enrico Stinchelli

https://www.facebook.com/notes/enrico-stinchelli/ciao-daniela-non-finisce-qui/10154516717583447

Di Ivan Scinardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *