Home / Editoriali / Nonni, eroi dei nostri tempi

Nonni, eroi dei nostri tempi

Si è da poco celebrata la festa dei nonni; sono loro i veri eroi silenziosi del nostro tempo. In un periodo di grande crisi, i genitori costretti a lavorare entrambi per reggere un tenore di vita ai limiti, per uno stipendio che non basta mai. Eccoli arrivare in soccorso, umano ed economico. Senza di loro molte famiglie, soprattutto del sud, non reggerebbero l’urto di una crisi che è ancora profonda. Mi ha colpito la dichiarazione di Franco Persiano, segretario provinciale dello SPI, il Sindacato Pensionati Italiani della Cgil di Foggia, che nel suo messaggio ai nonni ha scritto: “Oggi, la gestione delle cure familiari e il meccanismo interno di solidarietà e sostegno morale ed economico poggiano in gran parte sulle spalle dei nostri anziani. La gestione dei bambini, l’affiancamento alle mamme e ai papà che lavorano e le cure a tanti over 65 anni sono il lavoro quotidiano di moltissimi anziani, soprattutto donne che assistono i loro compagni di vita e accudiscono i nipoti. Sono tante le persone più in là con l’età che fanno funzionare le associazioni di volontariato, le Pro Loco, i centri sociali e i patronati”, aggiunge Persiano. In Italia, fonte Istat, vivono 11.500.000 di nonne e nonni. Nel 2010, una ricerca specifica sul valore del lavoro svolto dai nonni ha registrato un risultato sorprendente. Il lavoro dei nostri nonni vale 18,3 miliardi di euro all’anno, circa 1,2 punti del Pil, il Prodotto Interno Lordo. La stessa ricerca ha appurato che il lavoro di cura svolto dagli anziani verso i loro nipoti consente a 800.000 donne di andare a lavorare e di produrre una ricchezza pari al 2,4% del Pil, vale a dire 36,6 miliardi di euro”. In una città come Palermo, il numero degli asili nido comunali non è sufficiente per soddisfare il fabbisogno di genitori precari, costretti a fare più lavori. Ecco perché è sbagliato pensare che gli anziani rubano il futuro alle giovani generazioni; tutto il contrario. Mi piace chiudere con la dichiarazione del sindacalista Franco Persiano:“Chi ha lavorato per una vita intera, chi si è battuto e ancora lotta per diritti e dignità, lo fa soprattutto per i propri figli, per i propri nipoti, affinché le conquiste ottenute con sacrifici e sudore non siano vanificate”.

 

Di Ivan Scinardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *