Home / Cinema / Rassegna cinematografica “Prime visioni”, al Rouge et Noir la serata conclusiva

Rassegna cinematografica “Prime visioni”, al Rouge et Noir la serata conclusiva

Il Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Sicilia si sposta al centro città per l’ultima serata di “Prime visioni”, rassegna cinematografica organizzata dalla sede Sicilia del CSC in collaborazione con la direzione del cinema e la Sicilia Film Commission.  Proiettati infatti tre saggi di primo anno realizzati dagli allievi Giovanni Gaetani Liseo (‘Nfacci vento), Andrea Vallero (Due cani) e Alessandro Drudi (Me ne Vado).


Il CSC ha scelto il Rouge et Noir, crogiolo della vita palermitana, per la conclusione di un percorso che mette in mostra il frutto dell’impegno degli studenti.
“Un cinema vero che accoglie lavori completi nella loro prima uscita pubblica ” commenta il direttore didattico Roberto Andò introducendo la proiezione insieme al dirigente dell’Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo della Regione Siciliana, Alessandro Rais, al direttore di sede del C.S.C. Ivan Scinardo, i docenti di regia Mario Balsamo e Stefano Savona, e i tutor didattici Francesco Di Gesù e Federico Savonitto.

Il CSC, con sede ai Cantieri culturali alla Zisa – ricordiamo – ha scelto di concentrare la propria attività sul documentario con particolare riferimento alla valorizzazione del patrimonio artistico, archeologico e paesaggistico della Regione, ma anche ai fermenti culturali, sociali, economici e di costume che rendono la Sicilia un continuo laboratorio d’idee e spunti di riflessione.

Ecco allora che protagonisti dei tre saggi proiettati sono un riflessivo pastore sui monti siciliani, un venditore ambulante che con la sua Lambretta gira i quartieri vendendo frutta e risate, due cani girovaghi tra la Cala e il Foro Italico spettatori delle vite che gli scorrono accanto.

“Per il loro valore questi tre documentari sono stati portati alla direzione generale del cinema grazie a una rassegna del CSC di Roma dove le sedi hanno mostrato il meglio” conclude il direttore della sede Sicilia del C.S.C. Ivan Scinardo, lasciando il posto alle tre proiezioni.

(Fonte: Iostudio, articolo di Gaia Butticè)

  1. Nfacci vento – Giovanni Gaetani Liseo 28′ ( https://www.youtube.com/watch?v=YCCz2VU6olk&index=3&list=PLDFct86tO0zhpjr-eyWAvS08SWaD5Rboh)
  2. Due cani – Andrea Vallero 35′ (https://www.youtube.com/watch?v=FwLtu283z64&index=2&list=PLDFct86tO0zj5_ojCycUO8jgvYrVEvb0p)
  3. Me ne vado – Alessandro Drudi 32′ (https://www.youtube.com/watch?v=nvKwqMSalis&index=10&list=PLDFct86tO0zj5_ojCycUO8jgvYrVEvb0p)

Sinossi film

Giovanni Gaetani Liseo – ‘Nfacci vento

Salvatore ha 86 anni ed è un pastore. All’alba di ogni mattina lui e il suo fidato mulo si dirigono lentamente verso il piccolo appezzamento di terreno in cui fa pascolare le sue venti pecore. Lì trascorre tutte le proprie giornate, uguali da ottant’anni. Ma non è stato sempre così. Un tempo Salvatore aveva a disposizione delle grandi quantità di terra e molti più animali, sognava di allargare ogni giorno di più la sua attività, modernizzandola e garantendo un futuro ai propri figli. Un giorno però accadde un evento tragico che sconvolge la vita della sua famiglia.

Andrea Vallero – Due cani

Charlie e Bruno sono due dei tanti cani randagi che popolano Palermo. Dormono nella zona del porto e si cibano di ciò che viene loro offerto da passanti e camerieri dei locali. Intorno a loro ruota ogni giorno una variopinta geografia urbana, umana e animale, cui si sono adattati e con cui ormai convivono. Cosa vedremmo se li seguissimo e guardassimo la città dalla loro altezza? Chi incontreremmo se provassimo a muoverci per Palermo insieme a loro? Il loro mondo è il nostro stesso mondo?

Alessandro Drudi – Me ne Vado

Emanuel è un ragazzo di 24 anni, vive in un quartiere popolare di Palermo e da qualche anno vende frutta e verdura con la sua Ape. Tutte le mattine guida per il quartiere della Zisa, nel cuore di Palermo, andando di casa in casa a bussare alle porte di chi ogni giorno lo aspetta alla stessa ora. Grida al megafono per attirare in modo accattivante gli sporadici clienti, e fa riecheggiare la sua voce tra gli antichi palazzi e i nuovi condominii, in quell’angolo della città dove, da trent’anni, il tempo si è fermato e dove anche un euro fa ancora la differenza.

 

Per info: 0917099107

da sinistra: Ivan Scinardo, Mario Balsamo, Roberto Andò, Alessandro Rais, Federico Savonitto e Stefano Savona

Di Ivan Scinardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *