Caricamento

Digita per cercare

Cultura Giornalismo

Salvatore Martinez, nominato rappresentante personale della Presidenza Italiana in esercizio OSCE 2018 per i Diritti Umani

Condividi

Il 2018 è l’anno della Presidenza italiana all’OSCE. L’Organizzazione per la Sicurezza e per la Cooperazione Europea (OSCE) rappresenta 57 Stati del mondo (44 d’Europa, 11 d’Asia, USA e Canada, per una popolazione che supera il miliardo di persone). La missione dell’OSCE si articola su 3 macro Dimensioni: 1. Politica-sicurezza militare; 2. Economia, Anticorruzione e Ambiente; 3. Diritti umani.

In data 2 gennaio u.s., il prof. Salvatore Martinez, Presidente dell’Osservatorio sulle minoranze religiose nel mondo e sul rispetto della libertà religiosa, insediatosi nel luglio scorso presso il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stato nominato Rappresentante Personale della Presidenza Italiana in esercizio OSCE 2018 per la Dimensione 3, con delega alla “Lotta al Razzismo, Xenofobia e Discriminazione, con focus sull’Intolleranza e la Discriminazione contro i Cristiani e gli appartenenti ad altre religioni”. Per la Dimensione 1 è stato nominato l’ex Ministro degli Esteri, prof. Franco Frattini, e per la Dimensione 2 l’ex Ministro della Giustizia, prof.ssa Paola Severino.

Contemporaneamente, il prof. Martinez è stato nominato Rappresentante Personale dell’Ufficio permanente di Presidenza a Vienna, sempre nella Dimensione 3, a fianco del Rabbino americano Andrew Baker (per gli ebrei), del prof. turco Bulent Şenay (per i musulmani), entrambi già in carica, in sostituzione (per i cristiani) della prof.ssa austriaca Ingeborg Gabriel.

Giovedì 11 u.s. si è insediata a Vienna la Presidenza Italiana OSCE 2018. Il primo appuntamento in programma, organizzato dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, sarà lunedì 29 gennaio p.v., alla Farnesina, una Conferenza Internazionale su “La responsabilità degli Stati, Istituzioni e Individui nella lotta contro l’antisemitismo in Area OSCE”.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *