Home / Editoriali / Un cordone ombelicale infinito!

Un cordone ombelicale infinito!

Italia e Danimarca, due nazioni opposte; nel nostro paese il 57% dei giovani in età compresa tra i 25 e i 34 anni vivono con i genitori mentre in Danimarca le ragazze tra i 25 e i 34 anni sono appena lo 0,4% del totale che restano in casa con mamma e papà. La differenza è abissale. Le cause sono diverse, sicuramente al primo posto la mancanza di lavoro, molti sono precari, la retribuzione non basta a coprire le spese di una vita autonoma. Molti di questi giovani sono dichiaratamente dei mammoni, nonostante abbiano un lavoro in alcuni casi anche molto valido scelgono comunque di vivere ancora con i propri genitori e non abbandonare quindi le comodità del focolare. Altri la maggioranza in realtà è costretta a vivere questa condizione non avendo un lavoro o comunque avendone uno che non gli consentirebbe una vita dignitosa,tra affitto,bollette e alimenti non arriverebbero alla prima settimana A questa fascia appartengono molti neolaureati che dopo gli anni di studio trascorsi fuori sede sono dovuti rincasare adeguandosi alla costante e crescente crisi lavorativa. Sono dati che emergono da una ricerca Eurostat, che afferma che due giovani su 3 vivono a casa con i genitori. In Danimarca invece si chiama flexsecurity, sta ad indicare la flessibilità sicura nel mercato del lavoro, una concezione totalmente opposta a quella che vige nel nostro paese dove il sogno del posto fisso, sogno peraltro sempre più irrealizzabile, sembra essere l’unica speranza per una vita dignitosa. Nel paese nordico non esistono posti fissi. Si può essere licenziati, ma allo stesso tempo lo Stato garantisce un reddito minimo per due anni con l’obbligo di riqualificarsi con corsi di formazione e di lavoro non retribuito. Questo modello è stato applicato in Danimarca per la prima volta nel 1993. Un tempo sufficiente nel quale ha dimostrato di aver funzionato piuttosto bene, migliorando le condizioni di tutti i lavoratori e ridando competitività alle aziende, valorizzando maggiormente il merito e la capacità. In Danimarca il tasso di evasione fiscale è quasi allo zero, segno di una efficienza della burocrazia e dell’assoluto rispetto per le leggi. E in Italia? A voi le considerazioni!

 

Di Ivan Scinardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *