Caricamento

Digita per cercare

Editoriali

La vita non è tempo che passa; lo dice il papa

Ivan Scinardo
Condividi

Un amico di Milano, mi ha mandato per ben due volte un link che rimanda a una testata giornalistica che ha pubblicato un video messaggio del papa di quasi 18 minuti. “Perché l’unico futuro degno di essere costruito includa tutti” è il titolo che Ted Ideas worth spreading dà a questa straordinaria testimonianza di un uomo di fede che si rivolge all’intera popolazione del mondo. Ci sono dei passaggi che mi hanno profondamente colpito;  da spettatore ho dovuto riflettere parecchio su concetti come la solidarietà, il rispetto delle persone, il denaro, la speranza. E proprio a proposito di quest’ultima il papa ha detto che: “…un singolo individuo è sufficiente perché la speranza esista, e quell’individuo puoi essere tu”.  E ancora: ”La vita non è tempo che passa; la vita scorre attraverso le relazioni, nell’incontro con l’altro. L’esistenza di ciascuno di noi è legata a quella degli altri”. Tre i concetti fondamentali posti da Francesco: l’uguaglianza, la solidarietà e la tenerezza. “Cerchiamo di aiutarci a vicenda, tutti insieme, per ricordare che l’altro non è una statistica o un numero. E’ commovente il ricordo dei numerosi incontri con gli ammalati che soffrono, i migranti che affrontano tremende difficoltà, i carcerati che portano l’inferno nel loro cuore e i giovani che non hanno lavoro. E il papa si chiede: “perché loro e non io?” Anche io potrei essere uno di loro. Abbiamo tutti bisogno gli uni degli altri; nessuno è un isola, non abbiamo bisogno di un io autonomo e indipendente dagli altri. Non chiudiamoci in noi stessi. Anche nella scienza è stato dimostrato che ogni cosa è collegata a un’altra. Mentre scopriamo mondi lontani riscopriamo il fratello che ci sta accanto? Gli altri hanno un volto, un fratello di cui prendersi cura. Quelle ferite non curate, quel rancore che fa solo male è un focolaio nel cuore da spegnere perché non diventi un incendio che lascerebbe solo cenere. Il discorso del papa è stato trasmesso in una conferenza davanti a migliaia di persone ed è destinato a rimanere una pietra miliare nella storia della cristianità. Il papa parla anche della rivoluzione della tenerezza. U movimento che parte dal cuore e arriva agli occhi, alle orecchie e alle mani,. La tenerezza è per ascoltare il grido dei poveri e di chi teme il futuro. Usare le mani e il cuore per accarezzare l’altro e prendersi cura di lui. La tenerezza è il linguaggio dei più piccoli di chi ha bisogno dell’altro. Quando i genitori parano con i bambini si fanno anche loro bambini. La tenerezza significa quindi abbassarsi al livello dell’altro. E ricorda la parabola del buon samaritano.

Qui il link:

https://www.ted.com/talks/pope_francis_why_the_only_future_worth_building_includes_everyone?utm_source=whatsapp&utm_medium=social&utm_campaign=tedsprea

Tags:

Potrebbe piacerti anche:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *