Connect with us

Eventi

Le nozze di Giuseppe Lupo e Nadia la Malfa

Ivan Scinardo

Published

on

Nozze principesche tra il il presidente del gruppo parlamentare del PD all’Ars Giuseppe Lupo e la giornalista Nadia La Malfa, che sono convolati a nozze, pronunciando il loro si nella suggestiva chiesa di San Giuseppe dei Teatini a Palermo davanti ad una platea gremitissima di ospiti, che sono arrivati da tutta la Sicilia per partecipare alla cerimonia. Ad accogliere la sposa, nella suggestiva cornice dei quattro canti, centinaia di invitati e tanti turisti incuriositi dall’arrivo in lapino della sposa, avvolta in un abito a sirena, realizzato dall’atelier Mirto e Baio, in pizzo chantilly in seta lavorato con tecnica soutasce, e poi svasatura in raso duchesse e organza tripla in seta.  Originale la scelta del bouquet, peonie bordò direttamente arrivate dall’Olanda e melograni nani.

Doppi festeggiamenti per gli sposi, che hanno brindato a pranzo con i parenti, alle Terrazze di Mondello, e poi la sera, a bordo di una barca, da Porticello hanno raggiunto il castello di Solanto per festeggiare con gli amici. A scandire i momenti emozionanti della cerimonia in chiesa il soprano, Federica Neglia e il maestro Danilo Lombardini. La soprano Neglia e il tenore Marco Leone al Castello hanno poi accompagnato il taglio della torta e lo spettacolo dei fuochi d’artificio eseguendo il pezzo della Traviata “Libiamo né lieti calici”. Ad impreziosire gli allestimenti del Castello, curati dal catering La Torre, i cuscini personalizzati dipinti a mano da Michele Ducato, artista di Bagheria che collabora con gli stilisti Dolce e Gabbana e la coffa personalizzata realizzata da Gisella Mandalà. A seguire gli sposi uno staff d’eccezione di amici e colleghi, guidati dal regista Pippo Gigliorosso, giornalista Rai che ha documentato, con il contributo del professionista Antonio Scarcella, i momenti salienti del matrimonio insieme a Salvo Militello,  Pasquale Ponente, e Patrizia Ganci.

Ovviamente non potevano mancare i colleghi politici dello sposo, erano presenti infatti i deputati del PD, Baldo Gucciardi, Anthony Barbagallo, Giuseppe Arancio, Michele Catanzaro, Francesco De Domenico e Daniela Cardinale e ancora il vicepresidente della Regione Gaetano Armao, e l’onorevole Giusi Bartolozzi e il deputato regionale  Alessandro Arico’ con la compagna Maria Ferrara. E ancora il generale dei Carabinieri, Riccardo Galletta con Anita Sorano, il presidente del Coni, Sergio D’Antoni, testimone dello sposo insieme all’onorevoleTeresa Piccione, il presidente della Figc Sicilia, Sandro Morgana, il presidente dell’ordine dei Medici, Toti Amato, il presidente della Fimmg (federazione Italiana medici medicina generale), Luigi Galvano, gli imprenditori sanitari Marco Zummo e Guido Filosto, il segretario regionale della Cisl, Mimmo Milazzo, il vicepresidente nazionale  della FederFarm, Roberto Tobia, l’imprenditore Tommaso Dragotto con la moglie Marcella Cannariato, il consigliere comunale Giovanni Lo Cascio, il direttore artistico del teatro “Al Massimo”, Aldo Morgante con la moglie Bibi Augugliaro, e ancora Gaia Palma Bordonaro e Marco Sorgi,  Lucia Di Fatta, direttore dell’ assessorato regionale al Turismo, l’imprenditore Manfredi Barbera con la moglie Paola, il sindaco di Ventimiglia, Antonio Rini, l’imprenditore Riccardo Spinnato.

A fare gli auguri agli sposi anche l’attrice Maria Grazia Cucinotta, amica della sposa, che ha mandato un video messaggio. Folta anche la rappresentanza dei colleghi giornalisti, guidata dal vicepresidente dell’Ordine, Salvo Li Castri, e ancora l’inviato del Corriere della Sera, Felice Cavallaro con la moglie Marilita Borgese, il caporedattore della Rai, Roberto Gueli, con i colleghi Rai Antonello Carbone, Laura Pasquini, Gianni Manzo, il corrispondente del Corriere dello sport, Paolo Vannini, e ancora il direttore di Italpress, Gaspare Borsellino, i giornalisti de La Repubblica, Emanuele Lauria e Francesca Taormina, il direttore di Live Sicilia, Accursio Sabella, Alfredo Pecoraro e Chiara Gianrusso dell’Ansa, lo scrittore Salvo Toscano e ancora Agata Patrizia Saccone, giornalista e presidente di Taomoda e Mario Primo Cavalieri, giornalista de La Gazzetta del Sud, e ancora Mario Barresi e Peppe Bianca, redattori de La Sicilia e Ivan Scinardo, direttore della Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Film dell’anno, Miss Marx di Susanna Nicchiarelli

Ivan Scinardo

Published

on

Con la sceneggiatrice e regista riceveranno il Nastro, che viene assegnato ai soli talenti italiani, anche i produttori Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film e Paolo Del Brocco per Rai Cinema, il costumista appena nominato agli Oscar Massimo Cantini Parrini e, per le musiche esplosive, i Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo

La notizia apre ufficialmente i Nastri 2021: appuntamento per l’annuncio delle candidature in streaming il 26 Maggio, consegna dei premi  il 26 Giugno

Va al film di Susanna Nicchiarelli Miss Marx il “Nastro dell’Anno” 2021 che il Direttivo dei Giornalisti Cinematografici assegna scegliendo tradizionalmente un’opera che meriti una particolare sottolineatura di eccellenza, oltre il verdetto che annualmente premia i migliori dell’anno attraverso il voto dei Giornalisti Cinematografici che assegnano quest’anno i Nastri della 75.ma edizione.

Il Nastro dell’anno va anche ai produttori italiani del film, Marta Donzelli e Gregorio Paonessa (Vivo Film) con Rai Cinema, allo straordinario talento del costumista Massimo Cantini Parrini e per le musiche esplosive, condivise con i Downtown Boys, ai Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo

Miss Marx è la storia di ‘Tussy’

la terza figlia di Karl Marx, Eleanor, interpretata da Romola Garai. Presentato in concorso all’ultima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, il film racconta le contraddizioni esistenziali e la sofferenza di una giovane donna colta e brillante che lotta per l’emancipazione di tutte e per la parità con gli uomini, intellettuali che professano una nuova visione della società ma vivono tra forti contraddizioni il loro stesso privato.

Tra le prime donne nella storia ad avvicinarsi ai temi del socialismo e al femminismo, Eleanor sarà vittima della propria generosità e dei propri sentimenti, travolta da una storia d’amore dal destino tragico.

Laura Delli Colli (Presidente Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici)

Laura delli Colli: “un’opera del valore doppiamente speciale”

“Mai come quest’anno, il nostro 75.mo, questo riconoscimento premia un’opera dal valore doppiamente speciale” spiega per il Direttivo Nazionale dei Giornalisti la Presidente, Laura Delli Colli che annuncerà le candidature 2021 in streaming il 26 Maggio.

“Nel progetto e nelle intuizioni di Susanna Nicchiarelli la grande qualità tecnica nella realizzazione coincide con una visione che rende contemporanea, come la musica che accompagna la sua storia, la vicenda di una donna che trova il coraggio di liberarsi con lucida determinazione anche nel corpo dalla condanna alla subalternità. Un destino di molte donne che ancora oggi rende universale il messaggio del film”.

Sabato 26 Giugno i premi saranno consegnati ‘in presenza’ ai vincitori, nelle modalità consentite dalle normative di sicurezza previsti.

I nastro d’argento 

Premio di interesse culturale nazionale, i Nastri d’Argento quest’anno alla 75.ma edizione sono realizzati dal SNGCI Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani con il sostegno del MiBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo – Direzione Generale per il Cinema

Continue Reading

Cultura

Le Fotografe, una docu-serie di Sky arte

Ivan Scinardo

Published

on

9 mesi di produzione nell’anno più difficile della storia recente dell’umanità, da Lunedì 24 maggio esce la nuova ultima fatica di Francesco Raganato: LE FOTOGRAFE, la prima docu-serie dedicata all’arte e ai racconti di 8 fotografe italiane. Raganato, autore del film Digital, è molto soddisfatto di questa importante produzione fortemente voluta dal direttore di rete Roberto Pisoni.

8 episodi

Otto diversi episodi in cui la fotografia è la chiave che ci permette di esplorare temi complessi, ma anche leggeri e delicati. Tutto attraverso lo sguardo delle fotografe

I nomi delle protagoniste

Ecco i nomi delle super protagoniste delle otto puntate: Guia Besana, Ilaria Magliocchetti Lombi, Sara Lorusso, Carolina Amoretti Carolina PetitAmour, Maria Clara Macrì, Roselena Ramistella, Zoe Natale Mannella, Simona Ghizzoni.

Da lunedì 24 maggio, alle 21.15 su Sky Arte.

Continue Reading

Cultura

Conversos, inquisitori e vescovi tra Spagna e Sicilia

Ivan Scinardo

Published

on

inquisitori

Seconda conferenza in streaming, con Fabrizio D’Avenia, dal titolo: Conversos, inquisitori e vescovi tra Spagna e Sicilia (secc. XV-XVII)

Nell’ambito delle attività in programma per il “Maggio di Seta”, l’Instituto Cervantes di Palermo presenta la seconda conferenza dal titolo “Conversos, inquisitori e vescovi tra Spagna e Sicilia (secc. XV-XVII)”, tenuta dal professore Fabrizio D’Avenia.

Giovedì 6 maggio, alle ore 17:00, D’Avenia, tratterà della vasta geografia della Monarchia spagnola degli Asburgo, ormai da tempo considerata uno spazio storiografico di grande interesse.

È qui che si incrociano fenomeni tanto di integrazione o esclusione di gruppi sociali e religiosi, come nel caso dei “conversos”, quanto di circolazione di prelati impegnati nel controllo delle istituzioni ecclesiastiche, come vescovi e inquisitori. 

La Sicilia fu parte integrante di questo “scambio” di gruppi e individui che, con il sostegno delle rispettive reti familiari e clientelari, contribuirono alla costruzione del composito e policentrico impero spagnolo.

Fabrizio D’Avenia

è professore associato di Storia del Cristianesimo e della Chiese presso il Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo. 

Suo attuale campo di ricerca è la storia religiosa e politico-ecclesiastica, su cui ha tra l’altro pubblicato la monografia La Chiesa del re. Monarchia e Papato nella Sicilia spagnola (secc. XVI-XVII) (Carocci, 2015). 

Dal 2013 è membro del Laboratorio de Estudios Judeoconversos dell’Universidad di Córdoba e nel 2018 è stato visiting professor presso l’Université Paris-Sorbonne e Directeur d’Etudes Associés della Fondation Maison des Sciences de l’Homme.

L’incontro, che si svolgerà in lingua italiana con traduzione simultanea in spagnolo, a partecipazione gratuita, sarà fruibile in streaming attraverso la piattaforma Zoom. 

Per iscriversi è necessario registrarsi al seguente link: https://forms.gle/etyv4T9nEEShXFuVA. La mattina stessa dell’incontro verranno inviate le indicazioni per connettersi. Si prega di registrarsi entro le ore 12.00 di giovedì 6 maggio.

Ufficio stampa Istituto Cervantes Palermo

Rosa Guttilla +39 333 77 60 130

Continue Reading

In Tendenza